Descrizione immagine
Descrizione immagine

Statuto

Un estratto dello statuto approvato da S.E. Mons. Ignazio Cannavò, Arcivescovo di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela, il 26 Ottobre 1993, data anche del Nulla Osta concesso per la ricostituzione della Confraternita:

La Confraternita che ha fini prevalenti religiosi ed aggrega persone di comprovata fede cattolica e testimonianza cristiana, organizza e promuove attività ed iniziative sia religiose di culto che culturali e comunque esclude ogni altro tipo di attività associativa e non persegue fini di lucro. Essa in concreto si propone di organizzare annualmente "la Processione delle Barette", poichè ad essa è stato demandato il compito del loro mantenimento e custodia; di promuovere nella propria sede o altrove attività ed incontri di formazione religiosa, ecclesiale e culturale per tutti i soci e simpatizzanti; di favorire iniziative socio-etiche, civiche, culturali e ricreative e non per ultimo di offrire servizio di volontariato quale testimonianza cristiana di carità nel mondo della sofferenza.
Essa è formata da iscritti, uomini e donne di fede cattolica, che si identificano con le finalità della Confraternita.<br />I Confrati si distinguono in soci Fondatori, Ordinari, Sostenitori, Onorari e Aspiranti. Sono confrati "Fondatori" i promotori della avvenuta ricostituzione della Confraternita. I confrati "Ordinari" sono tutti gli altri, i "Sostenitori" sono confrati che sostengono la Confraternita con quote speciali di sovvenzione. Sono confrati "Onorari" quanti, a giudizio della Confraternita, si sono distinti per il loro particolare impegno nel campo della religione, della cultura e delle attività sociali; infine i confrati "Aspiranti" rappresentano il corpo giovanile, confrati con età compresa fra i 14 e 18 anni.

La Confraternita è retta da un Governatore ed un Consiglio Direttivo; quest''ultimo che è l''organo di governo ordinario della Confraternita è composto oltre che dal Governatore, da: il Vice Governatore, il Cassiere/Tesoriere, il Segretario, i Consiglieri e l''Assistente Ecclesiastico. Tutti, meno l''Assistente Ecclesiastico che viene designato dall''Ordinario Diocesano, sono eletti dall''Assemblea dei Confrati e durano in carica un triennio solare. L''Assistente Ecclesiastico è il Sacerdote che cura e assiste spiritualmente la Confraternita.

Descrizione immagine

Stendardo, Bandiera, Sorgentine e Libro dei Confrati.

I Confrati si riuniscono in assemblee ordinarie e straordinarie. Sono ordinarie le assemblee previste dallo Statuto, sono straordinarie tutte le altre. Le assemblea straordinarie possono essere richieste sia dal Consiglio Direttivo che dai Confrati. L''Assemblea, regolarmente convocata approva il bilancio annuale di previsione e quello consuntivo; elegge il Governatore, il Consiglio Direttivo e i Revisori di conti; delibera, se richieste o necessarie, le modifiche delle norme statutarie e degli eventuali regolamenti interni. Il diritto di voto spetta a tutti i confrati effettivi, sia fondatori che ordinari. Debbono ritenersi eletti coloro che hanno riportato singolarmente la maggioranza, anche relativa, dei voti.

In seno alla Confraternita è attivo un Collegio di revisori di conti composto da tre membri eletti dall''Assemblea, tra cui un Presidente, in carica per tre anni. I revisori hanno il compito di controllare l''amministrazione e vigilare che le attività della Confraternita si svolgano nel rispetto delle norme statutarie e istituzionali.

La Confraternita ha un patrimonio costituito dalle quote sociali degli iscritti, da elargizioni e oblazioni spontanee, da lasciti, donazioni, finanziamenti da parte di Enti pubblici e privati.

Le variazioni o modifiche dello statuto devono essere deliberati a maggioranza dalla Assemblea dei confrati ed essere sottoposte al visto di ratifica dell''Ordinario Diocesano perchè‚ diventino esecutive.

Il Consiglio Direttivo, allo scopo di una migliore funzionalità associativa ha adottato un regolamento interno. La Confraternita per quanto non previsto nello Statuto e nel regolamento interno si attiene alle norme del Diritto Canonico e Civile, nonchè‚ alle direttive della Autorità Ecclesiastica. 

statutodel1811confraternitass.crocifissoilritrovatomessina.pdf
Statuto del 27 aprile 1811 - Capitolo della Confraternita SS. Crocifisso il Ritrovato
Bookmark and Share