Descrizione immagine

GESU' CROCIFISSO

Descrizione immagine

E' la più alta Baretta della processione, quasi a rappresentare il momento più alto della Passione di Gesù. 

La primitiva baretta la si ebbe nei primi anni del 1800, e andò distrutta nel terremoto del 1908. 

Per non perderne la memoria, al ritorno della processione (1923), mentre era ancora in corso la ricostruzione della città, fino ai primi anni del dopoguerra, fu portato in processione il Cristo Crocifisso di cartapesta esposto nella chiesa di S. Giuseppe al Palazzo.

A ridare una baretta in stile con la tradizione, si fece carico la famiglia Sensi il cui genitore Carmelo la commissionò alla ditta Santifeller di Ortisei (BZ) che la consegnò nel 1950. 

L'opera è realizzata in legno, particolare interesse assume la grande infioritura che annualmente viene composta dietro la Croce, con i rami spinosi che ben simboleggiano le sofferenze di Cristo. 

La baretta è da circa trenta anni affidata alla famiglia Guerrera, il cui genitore Antonino, infaticabile nel mantenerne viva la tradizione, è stato anche l'ultimo presidente del comitato Battitori. Oggi la custodia è passata al figlio Letterio.

Ne curano il trasporto 8 portatori coordinati dal capo baretta sig. Romeo. 

PHOTOGALLERY

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

LA POESIA DI MARIA COSTA

Crucifissu


Crucifissu, senza piatati,

‘ntortamenti cunnannatu

e so matri, senza ciatu

‘ppassiunata o’ so latu.

FOTO DI GRUPPO CON PORTATORI E BATTITORE

Descrizione immagine
Bookmark and Share